PRESENTAZIONE

DR SEMPRINI

DR CASTAGNA

DR.SSA VUCETICH

DR.SSA FIORE

PROF.SSA SAVASI

DR.SSA GIUNTELLI

DR. FRANCHINI

DR. CANAL

DR.SSA PALADINO

I.P. ARMAROLLI

Studio Semprini

HOME

CHI SIAMO

Prof Semprini

Laureato a Milano nel 1979, specializzato in ginecologia, immunologia clinica, malattie infettive, ha completato periodi di ricerca a Parigi, Berlino, Londra e Washington. Ha conseguito una fellowship in immunologia riproduttiva all'Università del Michigan ed una specializzazione in tecniche di medicina perinatale del Cnr. Professore associato presso l'Università degli Studi di Milano e Honorary Researcher  presso l'University College of London. Honorary Consultant presso il Chelsea & Westminster Hospital di Londra.

Ha svolto per 20 anni la sua attività a Milano, presso la Mangiagalli e la clinica ostetrica e ginecologica dell'Ospedale San Paolo.

Il suo gruppo ha messo a punto un metodo per permettere agli uomini con infezione da HIV di avere figli sani ed è ritenuto il maggior esperto mondiale nel settore. Coordina un progetto di ricerca della UE ed uno dei Centers for diseases control sulle tecniche di assistenza riproduttiva nelle coppie con infezioni da HIV ed epatite C.

"La mia formazione, sia d'immunologo riproduttivo sia d'infettivologo, mi ha portato a condurre ricerche sulla trasmissione sessuale del virus HIV dal'uomo alla donna. Al San Paolo, abbiamo definito, primi al mondo, la possibilità di separare spermatozoi non infetti dallo sperma degli uomini con HIV.

Tale metodo permette alla coppie di programmare la gravidanza con un rischio minimo d'infezione (nessun caso dall'88): abbiamo oggi bambini in tutto il mondo concepiti a Milano con questo metodo e ne sono fiero. Ho collaborato poi con numerosi specialisti per comprendere il meccanismo di passaggio del virus HIV dalla madre infetta al bambino: sono stati definiti provvedimenti preventivi per ridurre il rischio d'infezione dal 20% a meno dell'1%.

Nella mia attività di ginecologo, il mio principale interesse sono le donne con seri problemi d'infertilità, soprattutto per cause infettive, le donne con ripetute perdite di gravidanze, sia in fase precoce che tardiva, e la chirurgia dell'apparato genitale nei casi d'infertilità.

Sarebbe per me impossibile mantenere tutte queste attività senza un gruppo ben affiatato di collaboratori con cui ho diviso le soddisfazioni e le difficoltà di un profilo professionale così impegnativo".