RICERCA

TECNOLOGIE RIPRODUTTIVE

DIAGNOSTICA
PER IMMAGINI

ESAMI IN SEDE

ATTIVITA' CHIRURGICA

Studio Semprini

HOME

dettaglio esami: PARTNER FEMMINILE | PARTNER MASCHILE

COSA FACCIAMO

Tecnologie riproduttive

Diagnosi e terapia della sterilità di coppia

Esami Preconcezionali:

- Storia clinica della coppia e durata del periodo di infertilità
- Valutazione delle indagini già svolte dalla coppia
- Prelievi ematici per monitoraggio dell'ovulazione:
  - al 3° giorno del ciclo
  - al 22 e 24° giorno del ciclo
- Ricerca di infezioni delle vie genitali tramite tampone vaginale e cervicale
- Spermiogramma con test di capacitazione e spermiocoltura
- Indagini volte a stabilire la buona funzionalità delle tube uterine: isterosalpingografia e/o laparoscopia

Procedure di concepimento assistito:

- Monitoraggio ecografico dell'ovulazione su ciclo naturale o stimolato con farmaci
- Inseminazione intrauterina con seme capacitato
- Monitoraggio dell'ovulazione multipla per cicli di fertilizzazione in vitro (FIVET/ICSI)
- Pick up ovocitario per cicli di fertilizzazione in vitro con successivo trasferimento di embrioni
- Trasferimento di embrioni crioconservati prima dell'entrata in vigore legge 40/2004
- Trasferimento di embrioni derivanti da ovociti crioconservati (dopo la legge 40/2004)
- Consulenze ed assistenza al concepimento per coppie con patologie virali trasmissibili: infezione da HIV, epatite B,
  epatite C, Citomegalovirus

Consulenza riproduttiva e cicli di concepimento assistito per coppie hiv discordanti
per sieropositività maschile:

- Esami diagnostici per la coppia prima di procedere ai trattamenti
- Lavaggio seminale (sperm washing) con verifica dell'avvenuta rimozione del virus mediante PCR
- Cicli di inseminazione intrauterina e/o cicli di fertilizzazione in vitro con spermatozoi sottoposti
  a lavaggio seminale


A quali indagini dobbiamo sottoporci per capire come mai non abbiamo un bambino?
Se la durata della vostra ricerca è maggiore di un anno, (se quindi da più di un anno avete rapporti sessuali frequenti e regolari e nonostante ciò non si è verificato un concepimento) è ragionevole eseguire delle indagini cliniche per capire se ci sono problemi di fertilità.
E' importante avere informazioni sulla storia personale e clinica di entrambi i partner, valutare insieme eventuali esami già svolti in altre sedi, eseguire almeno i seguenti controlli:

per la donna:
- prelievi ematici per controllo dell'ovulazione al 3° - 22° - 24° giorno del ciclo
- ricerca di infezioni delle vie genitali tramite tampone vaginale e cervicale
- indagini volte a stabilire la regolare funzionalità delle tube (isterosalpingografia/laparoscopia)

per l'uomo:
- spermiogramma con test di capacitazione e spermiocoltura

Si tratta di esami dolorosi?
Tutti questi esami non sono dolorosi: si tratta di semplici prelievi di sangue o di indagini con un grado di fastidio simile all'esecuzione del pap test. L'indagine delle tube (isterosalpingografia) è invece un esame radiologico che prevede un poco di fastidio o dolore, mentre la laparoscopia è una procedura chirurgica, in genere da riservare a casi particolari, viene quindi eseguita in anestesia generale.

A cosa mirano questi esami?
Le indagini hanno lo scopo di evidenziare un deficit della fertilità in quella donna o in quell'uomo. Se si riscontra un difetto dell'ovulazione questo può essere curato con specifici farmaci, se si evidenzia un'infezione genitale, questa può essere rimossa con terapie antibiotiche, se si riscontra una ridotta quantità di spermatozoi questa può talvolta essere migliorata, oppure si può arrivare al concepimento facendo ricorso alle tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita

Quali sono le possibilità di successo di queste tecniche?
Le tecniche di procreazione medicalmente assistita, se ben applicate in coppie nelle quali è stata ben individuata la problematica di infertilità, hanno delle buonissime probabilità di successo. La percentuale dei successi è fortemente legata all'età della donna, quindi in una coppia in cui la donna ha meno di 35 anni la probabilità di gravidanza è comunque più alta che in una coppia in cui la donna ha 40 anni.

Esistono due tipi di procedure:intracorporee e extracorporee.Qual' è la differenza?
Le tecniche di fertilizzazione intracorporea sono più semplici e si basano sulla possibilità di trasferire una quota di spermatozoi profondamente nell'utero della compagna dopo aver individuato il giorno dell'ovulazione. Per aumentare la probabilità di concepimento si utilizzano dei framaci specifici che permettono in quel mese di avere un'ovulazione multipla, in modo da offrire agli spermatozoi più di un bersaglio da centrare.

Quando le tube sono ostruite o quando il numero di spermatozoi efficienti è veramente ridottissimo è indicato ricorrere alla fertilizzazione extracorporea: gli ovociti della donna vengono recuperati in numero di otto - dieci dopo apposite terapie di stimolazione dell'ovulazione e vengono affidati al laboratorio che li fertilizzerà in vitro con gli spermatozoi del partner.